Appello al Comune di Minucciano: "Ridateci le nostre montagne!"

Pubblicato il da giornaleproletariogarfagnino

images--3-.jpg

 

 

 

 

Ricordo ancora quando queste montagna riecheggiavano ripetutamente allo scoppio di mine, quando la sera le strade erano invase da melma di marmo allo scuotere degli scarponi dei cavatori, e il via vai di fuoristrada con all'interno espressioni sorridenti per un'altra giornata di lavoro terminata.

Ricordo ancora quando queste maledette montagne periodicamente si appropriavano di una vita, togliendola ai suoi figli e alle proprie madri.

Queste maledette montagne, che poi tornavano a diventare splendide agli occhi dei padroni, i quali vedevano nella pietra estratta fonte di immenso guadagno......e che importa se qualche uomo perde la vita, bisogna continuare a produrre, bisogna dimenticarsi in fretta del tuo amico e compagno di lavoro....... ci sono dei "blocchi" da consegnare! 

Per qualcuno i padroni erano brave persone, erano qui per aiutare i gorfiglianesi, erano qui per sostenere economicamente la nostra comunità, erano qui per darci la possibilità di evolverci, erano qui per portare a cena i propri cavatori una volta all'anno........e poco contava se ogni singolo giorno prendevano in media 10-12 ore della tua vita.

Era brava gente anche quando non retribuivano lo stipendio a fine mese.....

Era brava gente anche se si arricchivano con il nostro "sasso" spremendo la nostra montagna fino all'osso!

Era brava gente anche se prendevano in mano la vite di moltissimi cavatori!

Al momento è rimasta solamente poca "brava gente" nel nostro comune, tanto da poterla contare sulle dita di una mano, sono rimaste solamente queste poche sanguisughe che altro non faranno che abbandonare tutto e tutti alla prima difficoltà!

Il tracollo occupazionale che sta investendo l'Alta Garfagnana, non è come alcuni vogliono far credere dovuto ai gorfiglianesi, in quanto gente non capace di organizzarsi e di progreddire assieme al mondo del lavoro, ma bensì alle amministrazioni comunali, provinciali e regionali che si sono avvicendate negli ultimi decenni.

Queste istituzioni sono andate di pari passo con il progetto borghese nazionale, annientando sempre più il diritto operaio per dare potere ai padroni, ed ecco la conseguenza......Il fiore all'occhiello in campo occupazionale di tutta la Garfagnana si è magicamente trasformato in un paese fantasma, le piccole attività commerciali hanno trovato la loro fine con la fine delle cave di marmo.

NO! Il popolo gorfiglianese non è incapace di organizzarsi, è solamente abbandonato a se stesso, senza un progetto concreto occupazionale, senza una rivalutazione tangibile del suo patrimonio naturale.

Ed è per questo che diciamo basta a questo sistema borghese che altro non fa che sottomettere i gorfiglianesi. Diciamo e pretendiamo che le montagne vengano restituite ai gorfiglianesi, senza padroni, mettendoli in condizione di poterle lavorare!

 

                                                                                                                                                       Ferri Alessandro 

 

Commenta il post