COMUNICATO CGIL GARFAGNANA E MEDIAVALLE DEL SERCHIO

Pubblicato il da giornaleproletariogarfagnino

CGIL

 

COMUNICATO

 

E' preoccupante la situazione dei lavoratori della italiana acque (fonte Azzurrina) . Il 10 agosto u.s. infatti si è esaurito il periodo di cassa integrazione decorrente dal 10 maggio senza che si sia proceduto alla ripresa produttiva.  Inoltre, i lavoratori debbono ancora avere diversi stipendi arretrati e l'azienda non ha anticipato la CIG.

L'italiana acque, opera nel settore dell'imbottigliamento di acqua minerale su concessione del comune di Careggine occupando attualmente 13 dipendenti. Da tempo versa in difficili condizioni finanziarie e di mercato che l'hanno costretta ad un tentativo di ristrutturazione che ad oggi non ha dato esiti positivi. In particolare, nell'ultima fase si sono rincorse voci su nuove soluzioni di subentro da parte di imprenditori sia locali che esterni. In assenza di riscontri concreti ci vediamo costretti a moltiplicare le iniziative  come segue:

  • Avvio delle procedure per il recupero degli stipendi arretrati
  • Incontro con la soc. Italiana acque per  verificare la possibilità di ripresa produttiva
  • verifica delle proposte su possibili ingressi di nuovi imprenditori
  • verifica con il Comune di Careggine al quale la legge Regionale di riferimento attribuisce importanti competenze in materia di concessione di acque minerali.

Ricordiamo che su quanto sopra  abbiamo già provveduto all'invio di una lettera in data 11 agosto ai soggetti interessati.

 

Dichiarazione di Michele Massari della CGIL: I lavoratori sono ormai allo stremo, senza uno stipendio da mesi.  A questo punto se ci sono interessamenti da parte di nuovi soggetti imprenditoriali, devono venire allo scoperto. Da parte nostra, siamo disponibili ad agevolare soluzioni che garantiscano i livelli occupazionali.  Per quanto  riguarda l'Italiana Acque, riteniamo debba essa stessa procedere solertemente su

 trattative in corso per accelerare la ripresa produttiva, visto che è inaudito vedere  uno stabilimento di acqua minerale tra le migliori d'Italia chiuso durante un'estate torrida come l'attuale. Confidiamo ovviamente sul supporto fondamentale dell'amministrazione comunale di Careggine.

                                                                              p.la CGIL

                                                                          Michele Massari 

 

Commenta il post