Si faccia posto al popolo, ai combattenti, alle braccia nude!

Pubblicato il da giornaleproletariogarfagnino

images--33-.jpg

Ringraziamo Maddalena Robin per averci fornito questo documento.

 

 

 

LA COMUNE DI PARIGI

 

Cittadini, 

Basta col militarismo! Basta con gli stati maggiori e i loro galloni e tutte le loro cuciture dorate! 

Si faccia posto al popolo, ai combattenti, alle braccia nude! L'ora della guerra rivoluzionaria è suonata. 

22 marzo 1872: 

AL POPOLO DI PARIGI 

ALLA GUARDIA NAZIONALE 

Il popolo non conosce le manovre sapienti, ma quando ha un fucile in mano e il selciato sotto i piedi non teme nessuno degli strateghi della scuola monarchica. 

Alle armi! cittadini, alle armi! Si tratta, lo sapete bene, di vincere o di cadere nelle mani spietate dei reazionari e dei clericali di Versailles, di quei miserabili che, per partito preso, hanno consegnato la Francia ai Prussiani e ci fanno pagare il prezzo del loro tradimento. 

Se volete che il sangue generoso che è stato versato come l'acqua da sei settimane non sia infecondo; se volete vivere liberi in una Francia libera ed egualitaria; se volete risparmiare ai vostri figli i vostri dolori e le vostre miserie, vi leverete come un sol uomo e, davanti alla vostra formidabile resistenza, il nemico, che si lusinga di rimettervi al giogo, pagherà l'onta degli inutili crimini di cui si sta macchiando da due mesi. 

Cittadini, coloro che avete eletto combatteranno e moriranno con voi se occorre; ma in nome di questa Francia gloriosa, madre di tutte le rivoluzioni popolari, focolare permanente delle idee di giustizia e di solidarietà che devono essere e saranno le leggi del mondo, marciate contro il nemico, e la vostra energia rivoluzionaria gli dimostri che si può vendere Parigi, ma non si può né consegnarla né vincerla. 

 

La Comune conta su di voi, contate sulla Comune! 

 

Commenta il post